Quel pasticciaccio brutto de…i grani antichi siciliani

Li rosiMa come i famosi “grani antichi siciliani“, sicuro strumento di riscatto dei vessati contadini siculi contro l’oppressione delle “cattive multinazionali“, sono diventati un marchio commerciale registrato? E per di più di una azienda del Nord Italia.

Ovviamente come saprete, chi scrive non ha mai nutrito molta considerazione in loro nè ancora meno nei suoi profeti regionali. Ma le vicende di questo micro-mondo di nicchia rasentano spesso il grottesco, per cui in qualche modo per puro svago, nei momenti liberi, me ne interesso.

Per farvi una idea “confusa” della situazione vi invito a leggere i seguenti articoli, nei quali peraltro si parla di alcune nostre vecchie fallimentari conoscenze.

http://www.sicilymag.it/i-grani-antichi-sono-la-storia-della-sicilia-non-un-marchio-commerciale.htm#.WWcZrNMkUwA.twitter

http://corrieredelveneto.corriere.it/veneto/notizie/cronaca/2017/11-luglio-2017/-fondatore-naturasi-brevetta-grano-siciliano-regione-insorge-2401783527769_preview.shtml?reason=unauthenticated&cat=1&cid=ypEzECzt&pids=FR&origin=http%3A%2F%2Fcorrieredelveneto.corriere.it%2Fveneto%2Fnotizie%2Fcronaca%2F2017%2F11-luglio-2017%2F-fondatore-naturasi-brevetta-grano-siciliano-regione-insorge-2401783527769.shtml

http://www.teatronaturale.it/tracce/italia/24649-la-polemica-sui-grani-antichi-siciliani-pubblicita-a-buon-mercato.htm

http://www.canalesicilia.it/grani-antichi-giu-le-mani-dalle-varieta-genetiche-siciliane/

 

 

Annunci

11 pensieri su “Quel pasticciaccio brutto de…i grani antichi siciliani

  1. Ho trebbiato 9,70 ha di Senatore Cappelli con seme cartellinato…resa media 21 q.li/ha con punte di 38.
    L’ho consegnato oggi presso la mia azienda a 55 centesimi e penso che l’anno prossimo riproporrò l’investimento.
    Confermo comunque quanto asserisce Granduro sul fatto si sentano prezzi di tutti i tipo…prima di trovare questo compratore avevo ricevuto offerte di circa 30/35 centesimi oltre a quella di un piccolo mulino a pietra che era disposto a pagarlo 55 centesimi purché fosse svecciato, messo nei sacchi da 30 kg e consegnato a 250 km di distanza.

    Mi piace

    1. Ma…..conosco l’ex direttore commerciale di terre e tradizione oltre a Giuseppe..il primo non è agricoltore ,forse ex pastaio,sicuramente uomo commerciale legato con la grande distribuzione..e oggi presidente di un ‘altra società siciliana che si occupa di grani antichi…e trasformazione..la vecchia società terre e tradizione rischiava il fallimento e tra i due si era rotto il rapporto di fiducia…storie di possibili bisness…cmq oggi Giuseppe rimane un custode del grano..però che “cretini”…

      Mi piace

      1. …tenendo conto che hanno registrato i marchi delle principali varietà antiche siciliane (di cui si autoproclamavano paladini) e poi ne hanno rivenduto i diritti per 1(uno) euro (secondo quanto riferisce il tuo amico Giuseppe nell’intervista) direi che forse sei un pò troppo tenero con questa gente…

        Mi piace

      2. Il nuovo amministratore di terre e tradizione nonché fondatore di natura si…comunica che venderà i marchi alla stazione di Caltagirone..per un prezzo simbolico di un euro…polemica conclusa o quasi..

        Mi piace

  2. Anche quest anno ho trebbiato a qualche cliente circa 15 ha di grani antichi produzioni scarse circa 1/3 del grano moderno e qualita per la tumminia di un bel colore nero dato che il grano era stato attaccato dal carbone forse per chi fa trasformazione diretta e vendita del prodotto finito e qualcuno lo conosco sara un bel business ma per noi agricoltori nel lungo periodo non la vedo una gran cosa

    Mi piace

    1. tieni conto che i diritti di queste varietà sono stati acquistati da una società del Nord, perchè l’azienda siciliana che le commercializzava sembra fosse piena di debiti (almeno secondo quanto riporta l’acquirente in una intervista).
      Credo che il business sia stato momentaneo, solo virtuale, e/o legato a particolari misure PSR.

      Ma insomma i nostri predecessori scartarono queste varietà per vari motivi, oggi non si capisce perchè dovrebbero diventare improvvisamente redditizie e salutari.
      Un vecchio proverbio siciliano sul pane di Tumminia dice: megghiu nivuru u pane ca nivura a fami.
      Cioè il pane di tumminia (pane nero, detto in Sicilia) si consumava solo quando non c’era altro e per la disperazione.

      Sappiamo e si è sempre saputo che la tumminia è una varietà incredibilmente sensibile al carbone (le trebbie diventavano nere quando si trebbiava), certamente è molto più tossica del grano canadese, eppure molti lo considerano un grano salutare.
      Il consumatore è incredibilmente stupido, non ho altre considerazioni da fare.
      Credo che se qualcuno ci guadagna soltanto perchè lo miscela con grano normale.

      Mi piace

      1. Scusate ma che prezzo fanno oggi questi cosiddetti grani antichi ? Sentivo voci nel foggiano che il senatore Cappelli è sceso notevolmente di prezzo

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...